Codice Etico

Introduzione

La creazione di questo Codice Etico è un impegno assunto consapevolmente da The Reiki Alliance e dai suoi Membri, di essere responsabili in prima persona nel sostenere i valori e le dichiarazioni d’intenzione più alta che seguono. Questo Codice esprime l’impegno dei Maestri di Reiki di utilizzare la loro conoscenza, le loro abilità e arte a beneficio degli altri, di non danneggiare intenzionalmente, di rispettare gli studenti e i clienti, di onorare se stessi e l'un l'altro.

Questo Codice chiarisce i principi base dell’essere un Maestro di Reiki. Per coloro che sono su questo percorso può servire come fonte di educazione, riflessione e autoanalisi, guarigione personale e guarigione condivisa. Per il pubblico, questo Codice può essere utile a stabilire aspettative per la condotta etica dei Maestri di The Reiki Alliance.

Codice Etico per Maestri di Reiki di The Reiki Alliance

#1: Io tratto i miei genitori, il mio partner e i miei figli con rispetto dei loro bisogni e valori personali.

  • Io do valore al mio partner e ai membri della mia famiglia che sostengono il mio percorso di vita e al sostegno che io do al loro.
  • Io do valore all’onestà e all’integrità nella relazione.

#2: Io tratto i miei studenti e clienti con rispetto per la loro dignità, bisogni e valori personali.

  • Io lavoro con i miei studenti e clienti al meglio della mia capacità, senza pregiudizi nei confronti  di età, razza, religione, cultura, orientamento sessuale, capacità fisiche o ambiente socio-economico.
  • Io do valore alla sacra fiducia creata con gli studenti e i clienti, astenendomi dallo sfruttarla per esercitare potere o cattiva condotta sessuale.
  • Io mi astengo dall’utilizzare la mia posizione di Maestro di Reiki per iniziare o per indurre una futura relazione sessuale con uno studente o con un cliente.
  • Io lascio che trascorra un periodo di tempo sufficiente perché possano veramente cambiare i ruoli di ciascuna delle parti (dinamiche di potere), prima di fare progetti di relazione romantica o sessuale con uno studente o con un ex-cliente.

#3: Io rispetto il diritto di uno studente di scegliere il proprio Maestro iniziatore e il diritto di un cliente di scegliere la forma e il percorso di guarigione che egli ritenga di seguire.

  • Io rispetto la fiducia che i miei clienti di Reiki ripongono nel proprio medico o in chi fornisce loro le cure primarie.
  • Io sostengo i miei studenti e clienti senza permettere che i miei giudizi personali interferiscano. Se non sono in grado di farlo consiglierò allo studente, o al cliente, di lavorare con un altro Maestro di Reiki o con un altro Praticante.

#4: Io mantengo la riservatezza su tutte le informazioni su studenti o clienti.

#5: Io mantengo viva la mia consapevolezza.

  • Mi astengo dall’abusare di alcol e droghe.
  • Io sono consapevole che la mia capacità di giudizio e la mia condotta professionale possono essere danneggiati dall’uso di alcol e droghe. Io mi astengo dall’assumere queste sostanze nel corso dell’attività professionale.

#6: Io continuo a migliorare le mie qualifiche professionali, la mia conoscenza e le mie abilità.

  • Io riconosco sia le mie capacità sia i miei limiti e li dichiaro fedelmente e lealmente.

#7: Io conservo la mia fiducia nel Reiki e nella mia comunità.

  • Io coltivo una comunicazione consapevole e chiara e le qualità di amorevolezza e onestà. Dico ciò che è vero e utile e mi astengo dal dire ciò che non lo è.
  • Io do valore alla mia connessione con un processo più grande di me, accettando che la guarigione è qualcosa che mi posso dare, e da cui posso imparare, ma mai controllare.
  • Io sostengo la vita piuttosto che evitare la morte.

#8: Io rispetto la proprietà altrui, conservo l’integrità professionale e mi astengo dal cattivo uso del denaro.

  • Io mi astengo da una cattiva condotta professionale, comprendente il plagio, la non appropriata omissione d’informazione e il fare affermazioni false o ingannevoli.
  • Io mi astengo dall’utilizzare professionalmente i metodi e le discipline di altri prima di aver acquisito una profonda esperienza di essi. Io riconosco la loro fonte.

#9: Io riconosco e rispetto altre discipline e i loro praticanti.

  • Io mi sforzo di lavorare in cooperazione con altri Maestri di Reiki o con praticanti di altre discipline e mi astengo dal calunniarli, criticarli o in altro modo denigrarli.

#10: Io mi assumo la responsabilità e rispondo dell’attendibilità di tutte le mie decisioni e azioni in quanto Maestro di Reiki, all’interno della comunità sociale.

  • Io comprendo che tutte le mie azioni e scelte nel comportamento e nella comunicazione hanno un potenziale effetto sugli altri; io insegno dando l’esempio.
  • Io prontamente risolvo reali o potenziali conflitti d’interesse.

Rivisto nell’Aprile del 1996 a Gersfeld, Germania. In sostituzione di ogni altra versione precedente.

Risoluzione di Discordie

In tutte le relazioni umane, sorgono controversie. All’interno della comunità di The Reiki Alliance, una controversia è un problema da risolvere, non una battaglia da vincere. In modo particolare, quando al centro di una disputa c'è un non-allineamento col Codice Etico o con l’Accordo Associativo, l’attenzione della nostra comunità è sempre verso l’incoraggiare amorevolmente l’allineamento spontaneo, l’inclusione in, piuttosto che l’esclusione da The Reiki Alliance. Abbiamo istituito quattro modalità di approccio per la risoluzione di problemi, che sono di sostegno a un’onesta comunicazione e a un’efficiente soluzione dei contrasti all’interno della nostra comunità. Queste sono: trattativa, mediazione condotta da un mediatore addestrato, l'ultilizzo di difensori civici e, come ultima risorsa, l’arbitrato da parte del Team per l’Arbitraggio, in cui è richiesto l’intervento di membri di The Reiki Alliance.

In una trattativa, le singole persone coinvolte si assumono responsabilità in prima persona del loro contrasto, attraverso lo scambio di punti di vista e proposte, per la sua risoluzione. Nella mediazione la loro trattativa è assistita da un mediatore addestrato e neutrale.

Un difensore civico è un inquirente neutrale, nominato dal Team per l’Arbitraggio. Il difensore civico scopre ciò che realmente sta accadendo e ne fa un resoconto con una raccomandazione al Team per l’Arbitraggio. Il Team per l’Arbitraggio poi fa le sue analisi e la sua raccomandazione all’ufficio di The Reiki Alliance, al Consiglio Direttivo, a un comitato di The Reiki Alliance o a un’altra entità di The Reiki Alliance, come opportuno.

Nell’arbitrato una decisione definitiva viene presa dal Team per l’Arbitraggio nella sua totalità. Questa decisione si basa su un resoconto scritto e imparziale del fatto e fondato sul Codice Etico, sull’Accordo Associativo o su altra norma di The Reiki Alliance. La decisione e la raccomandazione del Team per l’Arbitraggio sono vincolanti per gli individui che sono in conflitto. Le persone coinvolte in una controversia, che non siano d’accordo con la decisione del Team per l’Arbitraggio, possono ricorrere in appello.

L’attuazione della risoluzione delle controversie dovrà essere diretta dal Team per l’Arbitraggio, o la supervisione dovrà essere delegata a suoi singoli membri, che dovranno tenere sempre informati e aggiornati tutti gli altri membri del Team per l’Arbitraggio. Ogni comunicazione a ogni livello deve essere tenuta assolutamente riservata da ciascuna delle persone coinvolte. Il proposito è che tutti i livelli della risoluzione di una controversia debbano essere portati a termine nell’arco di un anno, dal momento in cui era stata sottoposta al Team per l’Arbitraggio, con trattativa, mediazione e indagine svolta da difensori civici che durino da uno a sei mesi e un arbitrato, se necessario, che duri da uno a sei mesi.

Poiché la risoluzione delle dispute è così importante per l’armonia e l’equilibrio della comunità di The Reiki Alliance, e apporta beneficio all’intera comunità, le spese ragionevoli per la mediazione nella risoluzione di controversie, nell’arbitrato e per difensori civici, sono sostenute da The Reiki Alliance. Il Team per l’Arbitraggio ingaggerà dei mediatori esperti all’interno della comunità di The Reiki Alliance. Questi mediatori rappresenteranno le diverse lingue e gruppi culturali della nostra comunità. Il necessario training in mediazione sarà fornito dai membri del Team per l’Arbitraggio o da fonti esterne, come approvato del Consiglio Direttivo.

Riconoscimenti

Il Comitato Etico esprime la sua gratitudine alle molte organizzazioni mondiali i cui documenti etici hanno apportato ispirazione ai nostri sforzi. Un elenco completo di questi documenti può essere richiesto all’ufficio di The Reiki Alliance. Abbiamo tratto beneficio specialmente dalle seguenti organizzazioni:

Associazione Infermiere Canadesi (Canada)
Confederazione delle Organizzazioni di Cura (Gran Bretagna)
Lawforms, Goodson & Manley, Ldt. (USA)
Unione Ostetriche del Nord America (USA/Canada)
Collettivo Insegnanti di Vipassana (USA)

© 1993 da The Reiki Alliance
Approvato: 29 Aprile l993
Rivisto:  30 Aprile 1995
Rivisto:  27 Aprile 1996

Usui Reiki Ryoho

© The Reiki Alliance 2013-2018. Tutti i diritti riservati.

Normativa sulla Privacy / Liberatoria di Responsabilità